Shin Ki Tai

EVENTI

Taekwondo, non solo calci volanti


Eventi, focus
Commenti disabilitati su Taekwondo, non solo calci volanti

Approfondimento a cura di Taekwondo Parma team

Il Taekwondo è uno sport molto completo, nonostante si utilizzino principalmente tecniche di calcio. I movimenti spesso richiedono l’utilizzo contemporaneo di una serie di muscoli diversi, padroneggiati con precisione, rapidità, forza e coordinazione. Vere e proprie catene cinetiche che sollecitano più gruppi muscolari nel medesimo istante. 

Innanzitutto si nota un miglioramento notevolmente nell’elasticità muscolare e mobilità articolare, aumento dell’efficienza cardio-respiratoria e irrobustimento delle gambe e del tronco, fattori necessari e utili al fine di tirare calci alti, ridurre il rischio di infortuni e adattamento fisico al Taekwondo. Motivo preponderante che avvicina neofiti sia con problemi articolari che anche ragazze (solitamente più flessibili).  

In secondo luogo, col tempo, si osserva un aumento della rapidità, dell’esplosività e forza d’impatto: un Taekwondoka rapido è un atleta avvantaggiato data la dinamicità dell’Arte Marziale Coreana. Un combattente può disporre di un bagaglio tecnico ampio ma, se non adeguatamente supportato dal fisico e da una condizione atletica sufficiente si troverà in difficoltà davanti un avversario più veloce e preparato che difficilmente potrà cogliere di sorpresa.

Al contrario di come potrebbe sembrare, non sono solo elasticità e velocità le caratteristiche principali del Taekwondo. Altri fattori fondamentali sono la coordinazione e il tempismo. Non è raro infatti imbattersi in atleti molto veloci a calciare, ma con scarsa coordinazione, che spostandosi con poca precisione spesso compiono “passetti” e movimenti inutili, rallentando la performance complessiva e affaticandosi ulteriormente. Per cui, avere una buona “steppistica” e saper ottimizzare i movimenti danno un notevole vantaggio al praticante, anche sotto il profilo del risparmio energetico, di concentrazione, dell’equilibrio e della velocità complessiva dell’azione.

Ultima, ma non per importanza, sicuramente la resistenza: il Taekwondo è uno sport molto dinamico come abbiamo precedentemente detto, quindi le componenti aerobiche e vascolari vengono allenate continuativamente. Spesso infatti non è richiesta la sola esecuzione tecnica di un calcio o due, ma è necessario riuscire a resistere per un lasso di tempo più lungo: basti pensare che la durata dei round nel combattimento può arrivare addirittura sopra i 3 minuti dove l’atleta necessita di un’intensità e di una resistenza notevoli. 

Non meno rilevante inoltre, l’aspetto mentale e psicologico del Taekwondo dove viene osservata la disciplina, il rispetto per i compagni e il Maestro.

Varie sono le abilità necessarie al Taekwondoka per ottenere performance migliori, per cui possiamo sicuramente concludere dicendo che sia un’Arte Marziale Olimpica a tutti gli effetti e uno sport completo che sviluppa in modo equilibrato fisico e mente.

CONTATTACI

Compila il form

Il tuo nome (campo richiesto)

La tua email (campo richiesto)

Argomento

Il tuo messaggio