Shin Ki Tai

karate

BudoCamp Asiago neve: arti marziali, divertimento e amicizia in montagna

Karate, montagna, divertimento e amicizia. Sono gli ingredienti principali del BudoCamp invernale organizzato dalle scuole di Karate tradizionale Shin Ki Tai Parma e Shinkan Ravenna, che ormai da alcuni anni collaborano nell’edizione “estiva” dell’iniziativa – un’impegnativa e stimolante full immersion nelle arti marziali – che coinvolge numerosi giovanissimi allievi. Dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020 i partecipanti hanno soggiornato ad Asiago, suggestivo altopiano veneto, per concentrarsi sullo studio del Karate e del Goshindo, ma anche per trascorrere una giornata sulla neve, tra sci, snowboard e passeggiate all’aria pura della montagna.

Arrivato nel tardo pomeriggio del venerdì, il gruppo composto dai maestri Luca Mossini di Parma e Davide Monferini di Ravenna, insieme ad allievi e genitori, si è sistemato in hotel e, dopo la cena in compagnia, si è preparato per il primo allenamento di Karate: dalle 22 alle 24 tutti in karategi nello spazio allestito con materassini nella taverna dell’albergo. Sotto la guida del maestro Monferini, i praticanti si sono cimentati in tecniche di parata e attacco “come facce della stessa medaglia”,  ha precisato il maestro, soffermandosi anche su tecniche di gomito Hiji Ate nella difesa. 

Dopo l’attività e una notte serena, sveglia al mattino presto, colazione abbondante per ricaricare le energie e via verso gli impianti sciistici di Verena, nel cuore delle prealpi vicentine. Chi ha messo per la prima volta sci o snowboard, chi ha fatto esperienza, chi si è lasciato andare sulle piste più impegnative perché già pratico di alta montagna… Ogni partecipante ha vissuto una giornata divertente e istruttiva e qualcuno ne ha approfittato anche per fare una lezione con un istruttore di sci e snowboard, evitando qualche caduta! La sera, dopo un’abbondante cena, non poteva mancare una passeggiata nel centro di Asiago, località turistica particolarmente apprezzata soprattutto per i prodotti caseari.

L’ultimo giorno, domenica, prima di preparare le valigie, tutti ancora sul tatami per una lezione di tre ore di Goshindo (Karate applicato come difesa personale) con il maestro Mossini, che ha introdotto la disciplina insegnando le tecniche dei primi due kata (forma), alternate alle relative applicazioni a coppie, per mostrare il senso e l’efficacia di ogni sequenza. La sessione si è conclusa poco prima di mezzogiorno con l’esecuzione completa di un kata superiore di Goshindo, caratterizzato da tecniche a mano aperta. Dopo pranzo, la partenza verso casa con la promessa di rivedersi presto.

“Sono stati tre giorni all’insegna dello sport, del divertimento e del buon cibo, il tutto condito da ciò che ci unisce e ci piace fare di più: il Karate – ha commentato il maestro Monferini -. È un bell’inizio, speriamo l’anno prossimo di coinvolgere ancora più persone in questa avventura”. Soddisfatto anche il maestro Mossini, che ha aggiunto: “Un weekend fantastico, passato in allegria, fatica ma con una grande atmosfera d’amicizia”. Se i più grandi hanno apprezzato in particolare la location scelta per apprendere nuovi “segreti” del Karate e del Goshindo (Giacomo e Viviana hanno sottolineato “l’importanza dello stare insieme per creare senso di appartenenza al gruppo”), i più giovani, come Andrea e Lorenzo, ricorderanno in primo luogo “la magia della neve e il divertimento sulle piste”. Per Francesco, che ad Asiago ha superato il suo timore di andare sugli sci a causa di un brutto ricordo d’infanzia, “la speranza è che questo BudoCamp invernale sia il primo di una lunga serie”. 


Eventi, karate
Commenti disabilitati su BudoCamp Asiago neve: arti marziali, divertimento e amicizia in montagna

Oltre 600 karateka a Castenaso per ricordare Nicolhas

Il 26 gennaio 2020 la quarta edizione della gara dedicata al ragazzo scomparso nel 2016

Forza di volontà, cuore e rispetto. Il Trofeo Nicolhas 2020 non è una gara di Karate come le altre: è l’evento che racchiude in sé molteplici sentimenti legati dal filo rosso dei valori dell’arte marziale giapponese. Nata in onore di Nicolhas Ukmar, il quattrodicenne di Villa Cella (RE) che ha perso la vita nel 2016 dopo una dura lotta contro una terribile malattia, conserva tra i suoi significati l’importanza dei piccoli grandi momenti felici, che spesso si tende a sottovalutare o a dare per scontati. 

Non poteva mancare all’appuntamento la scuola di Karate Shin Ki Tai asd guidata dal maestro Luca Mossini. Degli allievi, tra adulti e più giovani, hanno partecipato in nove, la maggior parte dei quali finiti sul podio. A tutti vanno i complimenti di Shin Ki Tai!

Sono stati 630 gli iscritti, provenienti dalle scuole di Karate tradizionale di numerose province dell’Emilia-Romagna, che si sono messi in gioco sui tatami allestiti nel Palasport di Castenaso, in provincia di Bologna, che ha ospitato per la seconda volta l’iniziativa organizzata dal Comitato regionale Fikta dell’Emilia-Romagna in collaborazione con il Karate Club Castenaso.

“Per chi non lo conosce, per chi non lo ha mai conosciuto, lui era un samurai, faceva le gare come voi – ha detto il papà di Nicolhas, il maestro di Karate Dario Ukmar, prima dell’inizio delle gare, rivolgendosi a tutti i piccoli presenti -. Dovete diventare meglio di lui, dovete mettercela tutta. Dovete ricordare sempre, soprattutto i genitori, che il nostro Karate è una cosa splendida, aiuta i bambini a crescere. Siccome siamo tutti legati ad un filo, purtroppo, cerchiamo di godere di questi momenti, che sono splendidi, ogni volta che c’è un’iniziativa, che ci si può ritrovare insieme, essere sempre presenti e ricordare sempre che ognuno di noi avrà una storia futura, sperando che vada sempre tutto per il meglio”. Le parole della mamma Linda, non presente fisicamente alla giornata, ma partecipe con il cuore, sono state comunicate dal maestro Ukmar attraverso un messaggio pieno di amore, la cui lettura è terminata con un lungo applauso. Ai saluti iniziali, davanti ad atleti, arbitri, ufficiali di gara e una platea gremita, sono intervenuti al microfono anche l’assessore allo sport di Castenaso, Pierfrancesco Prata, e il maestro Rino Campini in rappresentanza della Fikta.

Il maestro Dario Ukmar ricorda il figlio Nicolhas

Alla gara, iniziata intorno alle 9, hanno partecipato praticanti di Karate di tutte le età, dai 6 anni agli over 36 anni, suddivisi in poules omogenee. Sono partite per prime le cinture bianche, poi gialle, arancio e verdi; nel pomeriggio hanno continuato le cinture blu, marroni e nere, che hanno concluso le prove per le 17. Tante sfide, tante premiazioni, e il primo classificato di ogni gruppo ha partecipato anche alla “super-finalissima”, che ha decretato i vincitori assoluti della giornata. Ad aggiudicarsi le finalissime sono stati: Mahashan Maximin della scuola Hokushin (RE) e Samuele Neri di Akarui Dojo (RE) tra le cinture bianche; Anna Scalzi di Akarui Dojo e Linda Savini di Shinkan Ravenna tra le gialle; Ginevra Silvaggi del Musokan Bologna e Filippo Di Giovanni di Nakayama (RE) tra le arancio; Maurizio Montanari di Nakayama e Andrea Monferrini di Shinkan tra le verdi; Noemi Angius di Nakayama e Alessandro Vicari di Samurai Viareggio tra le blu; Leonardo Bindi di Samurai, Mattia Giglio del Musokan e Nicolò Covoni di Shitei (Persiceto) tra le marroni; Alessandro Bindi di Samurai e Nicole Formentini di Bushido ZG (Bagnolo) tra le nere.

Soddisfatti della buona riuscita della manifestazione anche gli organizzatori del Karate Club Castenaso: “Si è confermata una grande affluenza per questa gara in ricordo di un ragazzo che amava il Karate e la vita – ha detto Giuliana Marcelli, direttore tecnico -. L’importante qui è partecipare, ma ho visto comunque un buon livello e una buona crescita degli atleti”.

Guarda tutte le foto su Google Drive

«Un ringraziamento particolare a tutti coloro che oggi sono qui, maestri e non, atleti e non, con una carica emotiva in più, con il ricordo di Niki nel cuore. Lui non c’è più e non c’è ve lo assicuro, la sua assenza è assordante ogni giorno, ogni ora, ogni minuto dei nostri giorni, ma continua a manifestare la sua ‘presenza’ ogni qualvolta sento di aver bisogno di lui, ogni qualvolta c’è una difficoltà, ma non perché “si mette le scarpe e arriva”, perché sono io che porto dentro la sua energia, senza riserve.

Ricordo tutto e non voglio dimenticare, per questo, eventi come la gara di oggi sono di estrema importanza, ricordare tiene in vita lui e me, e tutte le persone che lo hanno amato e continuano anche oggi.

Proprio oggi Edo, l’altro fratello di Niki, ha una gara di nuoto e ho dovuto fare una scelta, beh non ho fatto fatica, lui mi ha guidato ‘’…ricordare mamma, ricordare, ma la vita va avanti, oggi alla gara, a dire due parole e a leggere le tue, ci penserà papà, anche se farà fatica a leggere tutto fino in fondo…’’

Grazie di cuore e, mi raccomando, “occhi di tigre”!

Oss Nicolhas, Rei.

Oss a tutti».

Il messaggio della mamma di Nicolhas

Eventi, karate
Commenti disabilitati su Oltre 600 karateka a Castenaso per ricordare Nicolhas

Trofeo Nicolhas 2020, centinaia di karateka attesi a Castenaso

In programma il 26 gennaio in provincia di Bologna la quarta edizione della gara di Karate per ricordare il giovane campione scomparso. Anche la scuola di karate Shin Ki Tai asd parteciperà all’evento.

“Ricordare ai giovani che nella vita non c’è nulla di scontato, che bisogna gioire delle piccole cose, perché ci sono eventi che possono cambiare tutto all’improvviso”. Così Dario Ukmar, maestro di Karate di Reggio Emilia, illustra l’obiettivo dell’attesa gara che ogni anno è organizzata in Emilia-Romagna in memoria del figlio scomparso alla fine del 2016, a soli 14 anni, dopo aver lottato invano contro una terribile malattia. 

Il maestro Dario Ukmar di Reggio Emilia davanti al manifesto del figlio Nicolhas

La quarta edizione del Trofeo Nicolhas è in programma a Castenaso, in provincia di Bologna, domenica 26 gennaio a partire dalle ore 9. La gara coinvolgerà centinaia di atleti, dai bambini di 6 anni agli over 36 anni, suddivisi in gruppi omogenei in base all’età e al livello di pratica: sono attesi oltre 600 appassionati di Karate delle scuole Fikta – Federazione italiana karate tradizionale e disciline affini – della regione, che si cimenteranno in prove di kihon(fondamentali) e kata(forma) dal mattino al pomeriggio, partendo dalle cinture bianche fino ad arrivare alle nere. I primi classificati di ogni gruppo si confronteranno successivamente tra loro partecipando alla “finalissima”, pensata per coinvolgere ancora di più gli atleti presenti.L’appuntamento è al Palasport di Castenaso, in via dello Sport 2a, con ingresso libero.

La manifestazione è promossa dal Comitato regionale Fikta dell’Emilia-con la collaborazione del Karate Club Castenaso.Per l’evento è stato chiesto il patrocinio del Comune di Castenaso e sono attesi rappresentanti delle istituzioni e vertici della Federazione Fikta, che ricorderanno – in occasione del saluto iniziale, un vero e proprio rito nell’ambito dell’arte marziale – il valore e l’importanza dell’iniziativa.
“A questo Trofeo è importante partecipare, esserci ed essere contenti anche se non si vince nulla – ha precisato il maestro Ukmar -. Ci saranno amici di Nicolhas che non fanno parte del mondo del Karate, persone che verranno solo a vedere, per rivolgere un pensiero a chi ha combattuto con tenacia la sua lotta, diventando un esempio di forza di volontà”.

Il saluto: un momento dell’edizione 2019 del Trofeo Nicolhas

Eventi, karate
Commenti disabilitati su Trofeo Nicolhas 2020, centinaia di karateka attesi a Castenaso